CESSIONE DI FABBRICATO E COMUNICAZIONE DI OSPITALITA’

casa

Comunicazione cessione di fabbricato

Ai sensi dell’art. 12 del D.L. 59/1978, convertito in L. 191/1978 “Chiunque cede la proprietà o il godimento o a qualunque altro titolo consente, per un tempo superiore a un mese, l'uso esclusivo di un fabbricato o di parte di esso ha l'obbligo di comunicare all'autorità locale di pubblica sicurezza, entro quarantotto ore dalla consegna dell'immobile, la sua esatta ubicazione, nonché le generalità dell'acquirente, del conduttore o della persona che assume la disponibilità del bene e gli estremi del documento di identità o di riconoscimento, che deve essere richiesto all'interessato”.

La comunicazione di cessione fabbricato è un obbligo che riguarda chiunque cede la proprietà o il godimento o a qualunque altro titolo consente l'uso esclusivo di un immobile o di parte di esso per un periodo superiore ad un mese.

La norma si applica quando l’immobile è ceduto a cittadini italiani o a cittadini residenti in uno stato dell’Unione Europea e trova applicazione anche nel caso in cui l’immobile venga ceduto a qualunque titolo tra parenti stretti.

L’art. 2 del D.L. 20 giugno 2012, n. 79, convertito dalla L. 7 agosto 2012, n. 131 ha disposto il sostanziale assorbimento di detto adempimento mediante la registrazione dei contratti di locazione e dei contratti di comodato di fabbricato o di porzioni di esso, soggetti all'obbligo di registrazione in termine fisso, nonché dei contratti di trasferimento aventi ad oggetto immobili o comunque diritti immobiliari.

L’obbligo di comunicazione resta invariato per chi concede il godimento del fabbricato o di porzione di esso per un tempo superiore ad un mese sulla base di un contratto di comodato d’uso, anche verbale, non soggetto a registrazione in termine fisso.

In questo caso il cedente dovrà presentare alla Polizia Municipale di Castel del Piano il modello A entro e non oltre 48 ore dalla consegna dell’immobile unitamente a copia dei documenti d’identità dei soggetti interessati dalla comunicazione.

In caso di violazione del predetto obbligo è prevista una sanzione amministrativa da € 103,00 ad € 1.549,00.

Dichiarazione ospitalità cittadini stranieri

Ai sensi dell’art. 7 del D. Lgs. 286/1998 “Chiunque, a qualsiasi titolo, da alloggio ovvero ospita uno straniero o apolide, anche se parente o affine, ovvero cede allo stesso la proprietà o il godimento di beni immobili, rustici o urbani, posti nel territorio dello Stato, è tenuto a darne comunicazione scritta, entro quarantotto ore, all'autorità locale di pubblica sicurezza”.

Per cittadino straniero si intende cittadino extracomunitario e la norma trova applicazione anche tra parenti o affini.

In tale caso il cedente dovrà presentare alla Polizia Municipale di Castel del Piano il modello B entro e non oltre 48 ore dalla consegna dell’immobile unitamente a copia dei documenti d’identità dei soggetti interessati dalla comunicazione, all’esatta ubicazione dell’immobile ceduto ed a copia del titolo per il quale la comunicazione è dovuta (copia del contratto di affitto/compravendita a nome del cessionario, se trattasi di locazione o vendita, o a nome del cedente, se trattasi di dichiarazione di ospitalità; copia del contratto di lavoro per collaboratrice domestica o badante, in caso di ospitalità di cittadino extracomunitario per tali tipologie di figure).

In caso di violazione del predetto obbligo è prevista una sanzione amministrativa da € 160,00 ad € 1.100,00.

torna all'inizio del contenuto